blog

I vantaggi di aprire un blog per un e-commerce

Quando si decide di aprire un e-commerce ci sono tanti aspetti da valutare, in particolare quelli commerciali e della vendita, un progetto del genere ha però bisogno anche di un supporto di marketing studiato ad hoc perché la comunicazione verso il pubblico è fondamentale per attrarre potenziali consumatori.

Curare l’esperienza utente in ogni minimo particolare è sicuramente una scelta giusta e il più delle volte vincente, fornire ai propri clienti sostegno e assistenza pre e post-vendita assicurano la stabilità e il successo dell’e-commerce, ma la comunicazione è importante, riuscire a far arrivare al pubblico le proprie idee non può che far migliorare i risultati nel lungo termine.

La comunicazione di un e-commerce deve avvenire soprattutto sfruttando l’email marketing e il social media marketing, si tratta di canali che assicurano un contatto diretto con i propri clienti, in particolare, permettono di proporre i prodotti e i servizi in modo chiaro e immediato, spingendo il pubblico a interagire maggiormente e questo non può che tramutarsi in possibili vendite

L’IMPORTANZA DI AVERE E GESTIRE UN BLOG COME SUPPORTO MARKETING A UN E-COMMERCE

Molti possessori di e-commerce si concentrato prevalentemente sulle due tecniche di marketing che abbiamo citato lasciando in secondo piano la possibilità di aprire e curare un blog, eppure, si tratta di uno strumento comunicativo molto importante che fornisce un ottimo supporto a una buona strategia di marketing.

Perché molte aziende o liberi professionisti che hanno un e-commerce tralasciano la parte legata al blog? Sicuramente il motivo principale è dovuto alla lentezza del ritorno dell’investimento, sponsorizzare dei prodotti sui social network o inviare e-mail commerciali con offerte e promozioni, nella maggior parte dei casi, ha una resa e un ritorno veloce, per cui in tanti preferiscono non investire soldi in contenuti per un blog.

Eppure oggi, avere un blog in supporto di un e-commerce può essere decisivo anche nello spingere un potenziale cliente a fare un acquisto.

I VANTAGGI DI APRIRE UN BLOG PER UN E-COMMERCE

Sicuramente vi starete chiedendo quali sono i vantaggi di aprire un blog per un e-commerce e dell’article marketing e perché è tanto importante investire in questa parte, cercheremo di riassumere i motivi principali che vi dovrebbero spingere a fare questo passo.

1) VISITE DIRETTE

La prima motivazione è quella della quantità di visite che “contano” davvero, parliamo di traffico diretto, traffico organico, traffico social, traffico derivante da campagne a pagamento, referral.

Avere un blog con contenuti di qualità aiuta l’e-commerce a posizionarsi sui motori di ricerca attraverso delle keyword del proprio settore, avere dei testi mirati e studiati appositamente per il proprio e-shop contribuisce a ricevere visite organiche e non solo.

Proporre degli articoli di nicchia consente anche di ricevere delle visite dirette da parte dei clienti fedeli che possono usufruire di uno strumento in più per tenersi aggiornati sulle novità dell’attività e avere un maggiore supporto e informazioni grazie a contenuti specifici e di qualità.

Questi contenuti possono attrarre anche utenti direttamente dai social network e diventare oggetto di campagne Ads per incrementare visite ed entrate, infine, possono indurre altri siti a citare il blog e l’e-commerce portando visitatori.

In particolare se un e-commerce è nuovo, inizialmente, farà molta fatica a ricevere traffico organico o da social, per cui è evidente che non si possa fare a meno di quello derivante da un continuo e costante sforzo di ottimizzazione del sito, delle prestazioni e della produzione di contenuti di buona qualità.

2) AIUTA A CAPIRE MEGLIO COSA GLI UTENTI VORREBBERO COMPRARE

Il blog aiuta a intercettare quelle queryche sono utili ad attirare nuovi clienti e a dargli maggiore supporto in caso di post-vendita e assistenza, capendo anticipatamente a cosa sono interessati.

Un e-commerce solitamente è dotato di schede prodotto che non hanno molto testo e questo non dà la spinta necessaria, un blog aiuta a sopperire questa mancanza, oltre che a far crescere il numero di menzioni e link da altri blog.

3) AUMENTA L’AUTOREVOLEZZA DEL BRAND

Con contenuti mirati e di qualità, il blog è uno strumento molto utile per aumentare l’autorevolezza su degli argomenti legati al prodotto che è in vendita, questo fa apparire come degli esperti in un determinato settore o in un determinato argomento o problema.

Con contenuti del genere si acquista, quindi, quella fama necessaria a tramutare le visite in possibili vendite.

4) CREA UN RAPPORTO DIRETTO CON I CLIENTI

Un blog permette anche di instaurare dei rapporti più diretti e umani con i propri clienti, avere una redazione che scrive e interagisce con loro, che propone contenuti di interesse, che è pronta ad ascoltare le proprie esigenze e proporre soluzioni attraverso degli articoli mirati, da quella marcia in più che spinge le persone ad avere più fiducia nel brand.

5) SUPPORTA IL POST-VENDITA

Una strategia di contenuti pensata appositamente per risolvere quelli che sono i problemi più comuni degli acquirenti, aiuta il supporto post-vendita, permettendo, attraverso immagini, video e testo di trovare le risposte di cui si necessita.

Si potrebbe pensare di inserire una categoria nel blog che sia mirata esclusivamente all’assistenza e alla risoluzione di problematiche frequenti relative a determinati prodotti.

Questa categoria, come finalità, è molto simile alla sezione FAQ che solitamente si trova nei siti web e negli e-commerce per aiutare l’utente a trovare facilmente risposte alle domande più frequenti.

Questi sono solo alcuni dei motivi principali per i quali conviene aprire un blog in supporto di un e-commercee renderlo parte integrate di una strategia di marketing vincente.

Leggi anche:

Copywriting e ecommerce: quali errori evitare

Inbound: una metodologia efficace per aumentare le vendite

Web marketing aziendale: consigli di un esperto.

Oggi in compagnia di Andrea Lugli, esperto di web marketing, parleremo di web marketing aziendale ed cercheremo di raccogliere dei validi consigli utili per tutti coloro che vogliono affacciarsi nel mondo del web nel modo più corretto, con i giusti mezzi e strategie per aumentare il proprio business online.

Per iniziare vorrei farle la più classica delle domande: Come e quando ha iniziato ad occuparsi d web e in particolare, la vostra azienda, di cosa si occupa?

Buongiorno e grazie a voi e a tutti i lettori. Mi presento brevemente: sono Andrea Lugli, CEO e Co-founder di SocialCities e LocalJob. Ho un background informatico ed ho iniziato ad interessarmi ed occuparmi di marketing già all'università. Successivamente, nelle mie prime esperienze lavorative, ho approfondito le competenze di web marketing e non ho più abbandonato questo campo.

SocialCities è un'agenzia di consulenza che offre al Cliente servizi e strategie per una corretta presenza on-line: hosting, siti web, app, e-commerce, software web, web marketing e molto altro.

SocialCities nasce nel 2014 ed è stata fondata da un team di sviluppatori e digital strategist. La nostra sede si trova ad Imola (Bologna), ma operiamo in tutto il territorio nazionale. 

La società si è formata attorno ad un progetto proprietario: l'app LocalJob, che ha vinto numerosi premi nazionali ed internazionali. Il team e i servizi, inizialmente molto tecnici ed incentrati sullo sviluppo, si sono espansi nel tempo, arrivando ad offrire consulenza anche in ambito web marketingSEO, SEM, Analytics, Content Marketing, Social Media, Facebook Ads e gestione blog aziendali. Ci occupiamo anche di tutta la parte di design, brand identity e creazione grafica di materiale on-line e off-line.

Parlando di blog aziendali, quali consigli utili potrebbe dare per ottenere risultati concreti e quali sono gli errori più comuni da evitare?

Il primo consiglio è partire da un'analisi del proprio target. Sembra scontato, ma non tutti lo fanno. E' chiaro però che, se non si conoscono le persone a cui ci si rivolge, non si possono impostare argomenti di loro interesse e con un linguaggio a loro affine.

Il secondo consiglio è elaborare un piano editoriale e, successivamente un calendario. E' importante programmare gli argomenti di cui scrivere ed è importante anche essere costanti nella pubblicazione.

Altro aspetto che considero fondamentale è il monitoraggio: dopo aver pubblicato dei contenuti, inizia la fase di monitoraggio dei risultati e l'eventuale aggiustamento della strategia editoriale.

É importante , secondo lei, avere un blog aziendale? Cosa consiglia in merito?

Avere un blog è importante se si hanno le risorse e gli argomenti per creare uno spazio interessante. Se non si dispone di risorse interne preparate, è meglio cercare collaboratori esterni che possano dare supporto. 

Il traffico che si riesce ad attrarre da un blog è sicuramente un traffico qualificato (a patto, ovviamente, che il blog sia stato studiato per raggiungere determinati obiettivi). Gli utenti che arrivano a leggere i nostri articoli sono mossi da un intento che li ha portati ad effettuare una determinata ricerca on-line. Se quella ricerca li ha portati a leggere un nostro articolo, significa che siamo stati in grado di rispondere a quella determinata domanda e che siamo entrati in contatto con un potenziale cliente. 

Per un azienda il branding è una parte essenziale; ha dei consigli per una promozione aziendale adeguata?

Il branding è un aspetto estremamente delicato, che richiede coordinamento e uniformità in ogni comunicazione aziendale, in ogni canale utilizzato e in ogni materiale prodotto. 

Il consiglio è quindi quello di creare delle linee guida chiare e condividerle con tutti i dipendenti e stakeholder, in modo che ognuno sappia come comunicare il brand nel proprio lavoro quotidiano. 

Social network, blog, siti web; un'azienda deve essere onnipresente o bastano alcuni canali per una buona visibilità e aumentare la credibilità  dell'azienda?

I canali sui quali essere presenti dipendono dalle specificità dell'azienda. Contano, ad essempio, le dimensioni dell'azienda, il mercato/i mercati in cui opera, le risorse (persone e budget) a disposizione, il target a cui ci si rivolge. In linea generale, noi di SocialCities riteniamo sia meglio essere presenti in pochi canali, ma in modo corretto ed efficace piuttosto che dividere le proprie risorse in molteplici canali, rischiando di essere presenti in modo scorretto e senza beneficiarne in alcun modo.  

Per scegliere dove e in che modo essere presenti, si deve sempre partire dall'analisi dei dati: le opinioni personali o le decisioni prese a scatola chiusa non funzionano.

 
 
Ringraziamo Andrea Lugli per i preziosi consigli e invitiamo tutti i lettori a visitare o contattare il team di SocialCities per qualsiasi genere di domanda sul mondo del web marketing:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Hai una Web Agency? Diventa Reseller!

Diventa rivenditore di servizi di marketing e seo

  • Rivendi senza nessun tipo di Intermediario. E' semplice e remunerativo.
  • Oltre  50 servizi marketing per te o per i tuoi clienti. Aumentare il tuo fatturato non è mai stato cosi facile.
  • Assistenza dedicata e sconti personalizzati. Scopri gli sconti a te dedicati.

o chiedi informazioni dirette -> Tel 342.8610009

Acquistare like pagina Facebook Servizi di marketing e SEO professionale Aumenta le visualizzazione dei tuoi video e canali Youtube Realizzazione siti web Joomla professionali Acquista seguaci e followers per il tuo profilo Instagram 
Rivendi servizi di marketing di alta qualità vendita play spotify Servizi di social media marketing professionali Vendita Fan Facebook Italiani e Reali sviluppo siti web wordpress